Direttamente dalla penna , tastiera, di Fabrizio Silvano  la descrizione di come è nato il centro inanellamento
 " Torrente Scrivia"  

inanellamento-2jpg

Centro di cattura e inanellamento “ Torrente Scrivia”
Nel 1990 al sottoscritto e al dott. Boano Giovanni, nasce l’idea di avere in Provincia di Alessandria una Stazione di cattura e inanellamento per lo studio delle migrazioni degli uccelli.
Dopo una serie di attente valutazioni, la scelta dell’area individuata, che a nostro avviso presentava caratteristiche interessanti per naturalità, ricchezza di habitat e biodiversità, è caduta su di un tratto del Torrente Scrivia ubicato in sponda destra tra i comuni di Cassano Spinola e Villalvernia.
Nei primi anni si è cercato di individuare gli ambienti migliori e più diversificati , dal greto, ai boschi golenali, alle zone cespugliose e ai prati aridi e incolti, cercando nel contempo di pianificare anche i parametri e la metodologia da usare.
Dal 1996 sono iniziate le catture standardizzate con il sistema del “sito a sforzo costante”, questa metodologia si è protratta sino alla fine del 2014 permettendo la cattura e il controllo di oltre 35000 uccelli appartenenti a 150 specie diverse. Dall’ inizio del 2015, il Centro di cattura e inanellamento è entrato a far parte del Progetto MonITRing coordinato e diretto dal Centro Nazionale di Inanellamento dell’ISPRA.
Per le sue caratteristiche , quest’area è entrata a far parte della Rete Natura 2000 e la Direttiva Habitat ha individuato i presupposti per farla diventare Sito di Interesse Comunitario (S.I.C.) e Zona a Protezione Speciale (Z.P.S.)
In quest’area , sino ad oggi, sono state censite circa 35 specie di mammiferi, 250 di uccelli, 20 tra rettili e anfibi, 25 di pesci, oltre a diverse centinaia di specie di insetti e oltre 600 specie di piante vascolari.

Uccelli della Valle Scrivia.pdf

Da quest'anno, il 2017 ho iniziato a frequentare il centro inanellamento " Torrente Scrivia".
Ringraziando Fabrizio di avermi dato questa opportunità, spero di potervi accompagnare nelle pagine seguenti in un luogo,
dove un gruppo di amici danno il loro contributo per la ricerca sulle migrazioni degli uccelli.
Il Torrente Scrivia sembra essere un'autostrada che indica agli uccelli una delle rotte del loro lungo percorso che abitualmente tutti gli anni sono costretti a intraprendere per recarsi nelle zone di nidificazione in primavera, per poi ritornare nei siti abituali a svernare.
Dal Passo dei Giovi in alta valle Scrivia,(punto molto favorevole per le migrazioni), ma anche da Crocetta d'Orero, dal passo di Creto e dal passo della Bocchetta la maggior parte delle specie di avifauna sorvola ridiscendendo e risalendo il Torrente Scrivia come rotta favorevole per i loro spostamenti annuali .


Un ringraziamento particolare a Fabrizio Silvano, responsabile scientifico del "centro inanellamento"
e
Walter Bagnasco , responsabile GEV "greto dello Scrivia"
per la cordialità e l'ospitalità.sfondo-cattura-2jpg

17 - 11 - 2017 - ore 9,10 - temperatura +2° ( aspettando che la brina formatasi sulle reti posizionate la sera prima si dissolva) ...
Da qui vi do il benvenuto a questa mia nuova esperienza in campo faunistico
Buona visione !

Cartina posizionamento reti : aggiornata sino all'estate del 2017

Cartina posizionamento reti : aggiornata 26/10/2017